Archivi tag: lettori

Codice fiscale per chi non ce l’ha

Come si sa, in SbnWeb il codice fiscale degli utenti è obbligatorio e serve da identificativo dell’utente stesso.

Alcuni si sono trovati in imbarazzo dovendo registrare utenti non residenti in Italia e quindi privi di codice fiscale (di solito si tratta di turisti in vacanza nei comuni della Riviera).

In questi casi si può procedere in tre modi (se qualcuno ne ha trovato altri ce lo racconti), sfruttando anche il fatto che il programma non controlla che il codice fiscale sia corretto, ma solo che sia univoco (non possono esserci due utenti con lo stesso codice) e lungo 16 caratteri:

  1. utilizzare uno dei tanti servizi online per calcolare il codice fiscale in base ai dati anagrafici (da ricordare che per gli stranieri si considera il paese di nascita e non la città); il codice così calcolato potrebbe non essere univoco: in questo caso basta modificarlo in un modo qualunque per renderlo tale
  2. inserire un codice fiscale fittizio (o comunque un codice di un qualche tipo) inventato da noi
  3. inserire un codice in possesso dell’utente che abbia un ruolo di identificativo all’incirca paragonabile al codice fiscale (ad esempio, per gli statunitensi potrebbe essere il Social Security Number, per i tedeschi lo Steuernummer o l’IdNr); se il codice è più lungo di 16 caratteri va troncato, se è più corto va completato con un carattere qualunque per portarlo a 16 caratteri, naturalmente sempre facendo in modo da mantenerlo univoco, altrimenti il programma rifiuta l’inserimento

Tutte queste manovre si possono fare tranquillamente perché l’uso di questo codice è limitato alla gestione dei servizi della biblioteca nel polo SBN, quindi esso non ha effetti al di fuori di questo ambito.

Dati dei lettori

Alcuni chiarimenti sui dati dei lettori.

1. Il codice fiscale è obbligatorio? Se sì, perché in molti utenti manca?

In SbnWeb è un dato obbligatorio, manca invece in molti lettori registrati in client/server, dove si poteva inserire ma non era obbligatorio.

L’obbligatorietà non è gestita nel database (cioè il campo del codice fiscale non è stato reso obbligatorio), altrimenti col passaggio ad SbnWeb si sarebbe dovuto aggiungere il codice anche a tutti gli utenti registrati con client/server oppure scartare quelli che non l’avevano, ma è gestita dal programma, che al momento dell’inserimento verifica la presenza di quel dato.

2. Il codice utente come è composto?

E’ composto dal codice della prima biblioteca che ha inserito il lettore, seguito da un progressivo automatico con numerazione unica per tutto il polo (prima ogni biblioteca aveva la sua numerazione). Per questo se una biblioteca inserisce oggi il primo lettore, questo non avrà il numero 1, ma il primo numero successivo al più alto assegnato finora nell’ambito del polo, e sarà quindi un numero piuttosto grande.

Tra codice biblioteca e progressivo viene inserito automaticamente il numero di zeri necessario per arrivare ad una lunghezza totale di 12 caratteri. Ad esempio, il codice dell’utente registrato col progressivo 1 dalla biblioteca 03 non sarà 031 ma 030000000001. Da ricordare che in ricerca il codice va inserito completo di tutti gli zeri.

Nell’interpretazione del codice utente non sono possibili ambiguità perché il codice di biblioteca è sempre di due caratteri, quindi dal terzo carattere in poi inizia il progressivo dell’utente.

Contare i lettori

Più volte viene chiesto se c’è in SbnWeb una statistica che fornisca il numero dei lettori iscritti in biblioteca.

La statistica non c’è, almeno per ora, ma neppure è indispensabile perché basta produrre la stampa dei lettori in formato excel e guardando l’ultima riga si vede immediatamente il numero (ricordarsi di togliere da conto le righe del titolo!).
La stampa dei lettori si trova sotto Elaborazioni differite > Stampe > Area servizi.

Cancellazione lettori iscritti in più biblioteche

Per evitare preoccupazioni ingiustificate, è bene ricordare che la cancellazione di un utente iscritto in più biblioteche del polo ha effetto solo per la biblioteca che la fa: l’utente non appare più in quella biblioteca, ma per tutte le altre non cambia niente.

Non c’è quindi alcun pericolo di interferire con le attività delle altre biblioteche.

Più o meno è la stessa logica della cancellazione titolo: se il titolo è localizzato in più biblioteche, viene solo delocalizzato per la biblioteca che fa la cancellazione.

Come già osservato (https://pololig.wordpress.com/2011/12/27/cancellazione-lettori/) c’è però anche una differenza: un titolo localizzato in una sola biblioteca se cancellato viene eliminato dal polo, mentre un lettore rimane sempre ricercabile per codice fiscale, ed il programma impedisce di assegnare lo stesso codice fiscale ad un altro lettore.

Errata impostazione data generale di inizio autorizzazioni

Quando si assegnano per la prima volta le autorizzazioni ad un lettore è necessario indicare una data generale di inizio autorizzazioni, distinta da quella legata ai singoli servizi che può essere diversa dalla prima (non precedente).

Può succedere di sbagliare e di inserire una data posteriore, anche di molto, a quella che si voleva, e allora si crea una situazione imbarazzante perché non è possibile dare servizi all’utente prima di quella data, la quale però una volta impostata non è modificabile.

Per risolvere il problema si può procedere, senza troppa perdita di tempo, nel modo seguente (chi ne trovasse un altro lo riferisca), che sfrutta il fatto che la cancellazione del lettore (per una spiegazione più dettagliata si veda https://pololig.wordpress.com/2011/12/27/cancellazione-lettori/) non cancella fisicamente il record e anzi mantiene il controllo di univocità sul codice fiscale che, a differenza degli altri dati, rimane ricercabile:

  1. cancellare il lettore dopo aver preso nota del codice fiscale
  2. fare una ricerca con tale codice fiscale
  3. apparirà il lettore che era stato cancellato, ma privo delle autorizzazioni,  come se fosse stato appena creato: si potrà quindi nuovamente assegnare la data di inizio e tutte le altre autorizzazioni.

 

Cancellazione lettori

Un chiarimento sulla cancellazione dei lettori, che ha alcune caratteristiche poco intuitive che a prima vista possono sconcertare.

La cancellazione del lettore è possibile, ma si tratta solo di una cancellazione logica, che non elimina i dati dall’archivio, tanto che il codice fiscale continua ad essere preso in considerazione per il controllo di univocità (non si può quindi inserire nuovamente).

E’ una logica piuttosto insolita, perché di solito nei programmi ciò che è cancellato logicamente si comporta come cancellato a tutti i fini pratici. In SbnWeb l’utente cancellato non viene trovato se lo si cerca per nome, ma viene trovato se si cerca per codice fiscale, ed è quindi possibile abilitarlo nuovamente. Questo può essere comodo se si vuole iscrivere nuovamente un utente cancellato (anche se i dati vanno comunque verificati perché potrebbero essere cambiati nel frattempo) ma ci pare che per lo più sia piuttosto fonte di confusione, anche in base a quanto riscontrato dalla BUG che ha la maggiore esperienza in questo campo.

Abbiamo quindi proposto all’ICCU di effettuare una modifica al programma, ma non sappiamo se la proposta verrà accettata e quando l’eventuale modifica potrà essere realizzata.