Archivi tag: espressione

Chiarimenti sui titoli uniformi musicali

Abbiamo avuto da Massimo Gentili Tedeschi dell’Ufficio Ricerca Fondi Musicali della Biblioteca Nazionale Braidense di Milano, che è uno dei principali collaboratori alla stesura delle regole di catalogazione per il materiale musicale, in particolare in SBN, alcuni importanti chiarimenti sul titolo uniforme musicale.

Nella circolare dell’ICCU sull’argomento inviata nel settembre 2008 (si veda https://pololig.wordpress.com/2009/03/02/titoli-uniformi-musicali/) c’era un punto poco chiaro, e precisamente il seguente:

3. In caso di titoli uniformi di riduzioni, arrangiamenti, trascrizioni, etc. di opere originali è preferibile sempre catturare titoli uniformi, se esistenti; altrimenti si procederà ad una creazione ex novo.

Ora Gentili Tedeschi ha chiarito che ciò che si intende è che per ora non si dovrebbero creare titoli uniformi relativi a riduzioni, arrangiamenti, trascrizioni, e quindi al livello dell’espressione, ma limitarsi al titolo dell’opera.

In questo modo si dà al titolo uniforme musicale la sua funzione corretta di riferimento all’opera (work, in senso FRBR) mentre, non esistendo il livello intermedio, le informazioni pertinenti all’espressione vengono portate a livello di manifestazione, quindi sul record bibliografico. Questo implica il fatto che si devono ripetere, codificate o meno, su ogni descrizione, ma evita il proliferare di titoli uniformi diversi (perché riferiti ad espressioni diverse) per la stessa opera.

Da parte mia aggiungerei che questo è collegato alla “compressione” del livello dell’espressione che è ben evidente nelle REICAT anche indipendentemente dal materiale musicale, e di cui abbiamo già parlato ampiamente anche nelle lezioni di catalogazione.

In linea di principio, un corretto trattamento dell’espressione dovrebbe richiedere un legame gerarchico tra titolo dell’opera e titolo dell’espressione, e poi un altro livello di legame tra espressione e manifestazione, cosa che però dal punto di vista pratico potrebbe essere un po’ complicata.

Con i legami attualmente previsti da SBN invece potremmo solo legare al titolo della manifestazione (cioè il titolo M o anche N o T) sia il titolo dell’opera che quello dell’espressione, con evidente ridondanza ed appesantimento dei dati, oppure limitarci a quello dell’espressione frammentando quindi l’opera in una molteplicità di titoli.

Rispetto a queste due soluzioni, entrambe palesemente assai difettose, mi sembra certamente meglio limitarsi a formulare il titolo uniforme per l’opera.