Archivi tag: browser

Altri browser per SbnWeb

Recentemente ho avuto modo di provare brevemente alcuni browser con SbnWeb. Anche se non sono state prove che consentano conclusioni definitive sulla compatibilità, racconto di seguito quello che ho riscontrato.

Microsoft Edge è il browser Microsoft in dotazione a Windows 10, che sostituirà il tradizionale Internet Explorer, che ora non verrà più supportato. La prova che ho potuto fare è stata molto breve ma non ho notato incompatibilità, tutti gli elementi dell’interfaccia si sono comportati come previsto.

Midori è un browser libero e multipiattaforma (Linux, Windows e BSD) particolarmente noto per essere molto leggero e quindi utilizzabile anche su macchine molto datate. SbnWeb ha funzionato normalmente, solo la resa di qualche elemento è leggermente diversa da quella solita (in particolare, in genere nei menu viene visualizzata una riga vuota all’inizio) ma non ho trovato niente che possa creare difficoltà. Potrebbe quindi essere una soluzione da valutare – soprattutto se installata in una distribuzione leggera di Linux come la Puppy – per poter riciclare vecchi computer, con vantaggi economici e minimi (o inesistenti) sacrifici in termini di prestazioni.

Links è anch’esso un browser libero e multipiattaforma (Linux, Windows, Unix in generale e altri, compreso OS/2 e BeOS) che ha la caratteristica di essere un programma testuale: anche se è in grado di visualizzare immagini (se sono installate le librerie grafiche necessarie), io l’ho provato in modalità puramente testuale in cui tutti gli elementi del sito, come menu, bottoni, checkbox ecc. vengono resi tramite caratteri e non come grafica (chi li conosce può immaginare di lavorare col vecchio Sebina Produx o con Isis per DOS). Ovviamente il programma è leggerissimo, ancora più di Midori, ma l’esperienza d’uso dei siti web (anche col programma in modalità grafica) è molto diversa da quella a cui siamo abituati. A meno di essere appassionati delle interfacce a carattere o delle cose con aspetto vintage (il programma peraltro viene regolarmente sviluppato e l’ultima versione è dello scorso settembre) è più difficile immaginare un suo uso pratico nel lavoro quotidiano, se non per computer oltremodo datati o se per qualche ragione non è disponibile un’interfaccia grafica.

Fermo restando quindi che la compatibilità garantita per SbnWeb è quella con Firefox, che resta perciò la scelta preferenziale, pare che l’unica incompatibilità conclamata sia quelle con le vecchie versioni di Internet Explorer fino alla 7, mentre per il resto sono risultati utilizzabili tutti i browser provati, sia i più diffusi (Chrome, Opera e sembra anche le versioni recenti di Internet Explorer) e alcuni meno diffusi (SeaMonkey, Konqueror, Vivaldi ecc.).

SbnWeb e compatibilità coi browser (aggiornamento)

Come noto, il browser da considerare preferenziale per l’uso con SbnWeb è Firefox, mentre Internet Explorer, almeno fino alla versione 8 inclusa, è sempre stato di uso quanto meno difficile (per non dire impossibile) a causa di vari difetti di visualizzazione soprattutto nei menu.

Nei giorni scorsi ho visto una postazione in cui SbnWeb veniva usato con Internet Explorer 7 e ho scoperto che,  sorprendentemente, ora la visualizzazione dei menu è corretta, suppongo come effetto collaterale di qualche modifica ad SbnWeb (è più improbabile che la Microsoft abbia aggiornato IE7 appositamente per renderlo compatibile con SbnWeb …).

Ciò non vuol dire però che ora questo browser sia correttamente utilizzabile: alcuni comandi infatti, ad esempio l’icona per aggiungere all’inventario le note codificate, non venivano visualizzati per niente.

Viene quindi confermato che Internet Explorer è da evitare almeno fino alla versione 8 (sulle successive non ho notizie precise) e che Firefox è la scelta preferenziale. Finora comunque sono risultati compatibili anche gli altri browser di uso comune (Chrome, Opera, Safari, Seamonkey, sembra anche Konqueror).

Come già osservato, questo comporta anche che non c’è alcun vincolo ad usare Windows ma si può scegliere qualsiasi sistema operativo che supporti Firefox o almeno un altro browser compatibile. Ciò a sua volta apre prospettive interessanti per l’uso, come postazione SBN, di vecchi computer equipaggiati con un sistema operativo leggero e un browser.

Altre informazioni si trovano su: https://pololig.wordpress.com/2011/06/23/browser-e-sistemi-operativi/.

Chi avesse sperimentato altri browser ci racconti i risultati.

SbnWeb e comandi del browser

Informazioni su alcuni casi di interazione tra SbnWeb e i comandi del browser:

  • comandi Pagina avanti e Pagina indietro (servono per spostarsi tra le pagine  già visualizzate); concepiti in origine per le pagine web statiche, non solo in SbnWeb ma in tutti gli applicativi web interattivi, soprattutto quelli che prevedono operazioni di scrittura  (ad esempio posta web, CMS ecc.) hanno effetti molto imprevedibili che dipendono dal particolare programma:  a volte funzionano senza problemi, a volte creano errori nel programma, impossibilità di caricare la pagina a cui si vorrebbe andare ecc. In SbnWeb di solito non funzionano, quindi è sempre opportuno evitarli ed usare invece i comandi messi a disposizione dal programma
  • apertura di nuova finestra/scheda: in tutti i browser, cliccando su un link con il tasto  destro del mouse appare un menu da cui si può scegliere, tra l’altro, di aprire il link in una nuova finestra o scheda; questo vale anche per i comandi di SbnWeb che corrispondono a link, in particolare  i menu sulla sinistra: partendo da una scheda del browser, si possono aprire diverse voci del menu in finestre diverse; alcune prove che abbiamo fatto però sembrano indicare che questo può creare problemi nella modifica dei dati: in particolare, lavorando su un reticolo hoprovato ad aprire altre voci in un nuovo tab (ad esempio la ricerca per autori), ma mentre la visualizzazione di dati funzionava, ci sono stati errori nel salvare modifiche al reticolo, errori che sono scomparsi evitando di lavorare con più finestre aperte; per ora non abbiamo raccolto molta casistica, quindi non saprei dire con sicurezza se si sia trattato di un caso, comunque suggerisco cautela, e se si notano errori in queste circostanze ricordarsi di provare a chiudere le schede o finestre diverse da quella in cui si modificano i dati.

Browser e sistemi operativi

Proprio nei giorni scorsi è stato rilasciato Firefox 5, e poiché Firefox è il browser che viene normalmente utilizzato con SbnWeb è opportuno aggiornarlo, come del resto per tutte le nuove versioni, in modo da poter usufruire di nuove funzionalità, correzione degli errori e soprattutto miglioramenti della sicurezza.

Abbiamo già provato Firefox 5 con SbnWeb ed ha funzionato perfettamente.

Firefox si scarica gratuitamente da: https://www.mozilla.com/it/firefox/

Alcune informazioni sui browser compatibili con SbnWeb.

È sconsigliabile usare le versioni di Microsoft Internet Explorer fino alla 8 inclusa perché la visualizzazione non è corretta e rende scomodo l’uso del programma.

Sembra invece compatibile la versione 9, che si può installare solo su Windows Vista e Windows 7 ma non su XP (http://windows.microsoft.com/en-US/internet-explorer/products/ie/home).

Inoltre, da quanto visto finora, sono risultati compatibili:

Non li abbiamo provati, ma quasi certamente sono utilizzabili IceCat/IceWeasel che sono derivati di Firefox impiegati principalmente in alcune distribuzioni Linux (vedi http://it.wikipedia.org/wiki/Iceweasel).

Al momento non abbiamo informazioni su Camino, un browser per Macintosh.


Nulla vieta che chi vuole sperimenti anche questi browser e altri più esotici (si veda ad esempio http://en.wikipedia.org/wiki/Web_browser, http://en.wikipedia.org/wiki/List_of_web_browsers, http://en.wikipedia.org/wiki/Comparison_of_web_browsers), e che poi ci racconti i risultati per quanto riguarda l’uso con SbnWeb.

Evitare, almeno per la normale attività di lavoro, vecchie versioni o prodotti non più mantenuti perché sono più probabili i problemi sia di compatibilità che di sicurezza (soprattutto se si usano anche su altri siti).

Il fatto che SbnWeb si usi con un semplice browser, comporta anche non siamo minimamente vincolati ad adottare Windows come sistema operativo: possiamo infatti usare qualsiasi sistema operativo su cui gira un browser compatibile con SbnWeb.

Volendo si potrebbe usare ancora persino il memorabile OS/2, per il quale esiste una build di Firefox (http://www.os2world.com/, http://www.ecomstation.com/), ma in pratica sono molto più interessanti i moderni sistemi operativi liberi (per il concetto di software libero: http://www.fsf.org/), di cui il più importante è Linux, che oggi può tranquillamente essere utilizzato sia sui server che sui desktop, per il lavoro d’ufficio come per le postazioni al pubblico. Linux viene usato su molti dei server che troviamo su internet e anche su diverse apparecchiature elettroniche come smartphone, lettori MP3, strumenti musicali, dischi di rete, router, apparecchi industriali ecc.

La sua installazione, uso e aggiornamento su una normale postazione non sono ormai più difficili delle stesse operazioni fatte con Windows. Per una panoramica delle distribuzioni di Linux si veda il sito Distrowatch.

Sui PC abbastanza recenti si può installare una delle distribuzioni Linux più grandi per impiego generale, molto avanzate sia per l’estetica che per le funzionalità, come Debian, Ubuntu, Mandriva, Opensuse, Sabayon, Fedora, Mepis, PclinuxOS ecc. Due distribuzioni importanti con loro peculiari caratteristiche che qui non approfondiamo sono Slackware e Gentoo.

Sui computer un po’ datati, per non perdere in prestazioni, si può usare il windows manager Xfce, veloce ma potente e piacevole da usare: alcune distribuzioni, come Mandriva, permettono di sceglierlo dopo l’installazione, altre hanno una versione specifica, com Xubuntu, versione di Ubuntu con Xfce.

Per i computer ancora più vecchi ci sono le cosiddette mini distribuzioni, che pur essendo dotate di software aggiornato, richiedono pochissime risorse hardware: tra queste è famosa Puppy Linux. Non è consigliabile usare invece vecchie versioni, perché sono arretrate come funzionalità e come sicurezza e possono avere problemi nel riconoscimento dell’hardware.

Vi sono anche distribuzioni Linux specializzate per impieghi particolari, ad esempio elaborazioni audio o video, sicurezza ecc, che però non sono di interesse per il nostro discorso.

Molto utili possono essere le distribuzioni live, cioè quelle non richiedono installazione perché si avviano da CD, DVD o chiavetta USB, e possono essere usate per lavorare in SBN.

Oltre a Linux, si possono prendere in considerazione i sistemi operativi della famiglia BSD, anch’essi derivati da Unix e simili a Linux per molti aspetti (molto software è uguale). Tra questi in particolare interessanti per uso desktop FreeBSD  e PC-BSD. C’è anche NetBSD, che però viene usato maggiormente su server o apparati di rete come i firewall.

Che vuole poi può anche sperimentare sistemi operativi liberi (o no) più “esotici”, ad esempio ReactOS , che mira a diventare totalmente compatibile con tutto il software Windows (non lo è ancora), osFree, riscrittura libera di OS/2, Haiku, riscrittura libera di BeOS, Minix 3, Syllable, Inferno (http://www.vitanuova.com/inferno/), FreeDOS (addirittura il ritorno del DOS) e molti altri (si veda ad esempio http://en.wikipedia.org/wiki/List_of_operating_systems, http://www.connotea.org/user/beppe/tag/sistemi%20operativi, http://www.operating-system.org/). Molti di questi sistemi operativi possono essere usati in un ambiente di virtualizzazione, argomento su cui qui non ci addentriamo ulteriormente per non andare fuori tema.

ATTENZIONE: alcuni di questi prodotti sono ancora in fase di sviluppo e non sono adatti ad un uso regolare in ambiente di produzione. Altri possono essere inadatti perché non più mantenuti e quindi tecnicamente antiquati. Leggere quindi attentamente le informazioni sui rispettivi siti, come anche quelle sulla licenza e le condizioni d’uso.

Ovviamente è possibile lavorare tranquillamente in SBN anche coi computer Macintosh dotati del sistema operativo Mac OS X, su cui si può scegliere almeno tra i browser Firefox, Safari, Opera, Seamonkey e Camino, non ancora testato con SbnWeb.

In teoria sarebbe possibile usare anche il vecchio sistema operativo Mac OS, ma è un programma non più sviluppato dal 2002 e su cui bisognerebbe usare browser altrettanto vecchi, con tutti i problemi conseguenti.

Blocco degli script nel browser

Su Firefox ed altri browser si possono installare estensioni che per migliorare la sicurezza bloccano gli script ed altri elementi attivi (in pratica dei piccoli programmi) contenuti nelle pagine web, impedendo quindi che possano provocare dei danni, come può avvenire quando ci si collega a siti che cercano di installare programmi od effettuare altre attività all’insaputa dell’utente.

La più famosa di queste estensioni è NoScript per Firefox (http://noscript.net/, installabile anche attraverso attraverso il menu di Firefox Strumenti->Componenti aggiuntivi).

Sono cose molto utili e consigliabili ai fini della sicurezza, ma generalmente limitano in modo più o meno pesante l’uso delle funzionalità dei siti.

Nel caso di SbnWeb abbiamo visto che bisogna istruire NoScript a non bloccare il sito, altrimenti non è possibile l’uso corretto del programma: in particolare, alcuni elementi non vengono visualizzati normalmente e non rispondono ai comandi.

Altre estensioni per altri browser potrebbero o no avere le stesse conseguenze, bisogna vedere caso per caso, anche se probabilmente daranno luogo ad effetti analoghi.

Pertanto chi dovesse notare comportamenti del genere, prima di segnalare un errore, verifichi non avere attivo qualche blocco degli script.